Proposta di Pace Ikeda

Il 26 gennaio 2021, in occasione dell’anniversario della fondazione della Soka Gakkai internazionale (SGI), è stata pubblicata la trentanovesima Proposta di pace annuale del presidente Daisaku Ikeda, dal titolo “La creazione di valore in tempi di crisi”.

Il presidente Ikeda chiede di incrementare la cooperazione globale per affrontare vari nodi cruciali dei nostri tempi: la pandemia da Covid-19, la crisi climatica e la necessità di liberare il mondo dalle armi nucleari.

Sono problemi che travalicano i confini nazionali e non possono essere risolti da un solo governo o organizzazione. «I nostri sforzi congiunti per rispondere alla pandemia – afferma – possono costituire la base per generare una consapevolezza globale sul ruolo essenziale della solidarietà umana per trasformare i momenti di crisi».

Riguardo alla pandemia si dichiara favorevole al programma COVAX, che mira a garantire la disponibilità dei vaccini contro il Covid-19 in tutto il mondo, e propone di convocare una riunione ad alto livello presso le Nazioni Unite per affrontare l’emergenza Covid e un summit online dei giovani “Oltre il Covid-19”, per confrontarsi su come le giovani generazioni auspicano che il mondo diventi al termine di questa crisi.

Si ritiene che a causa dei gravi problemi economici provocati dalla pandemia, 1,6 miliardi di persone – circa metà della forza lavoro mondiale – stiano rischiando di perdere il proprio impiego; a questo proposito Ikeda sottolinea la necessità di sviluppare programmi di protezione sociale a livello mondiale.

Chiede inoltre all’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) di svolgere un ruolo di primo piano sia in questo frangente sia per la transizione verso una economia verde, in cui alcune risorse destinate alle spese militari  possono essere assegnate all’espansione dei servizi sanitari e sociali.

Dopo decine di anni di impegno per l’abolizione delle armi nucleari, Ikeda accoglie con favore il Trattato per la proibizione delle armi nucleari (TPNW), entrato in vigore il 22 gennaio 2021, come un «evento decisivo che inaugura una nuova era» e che porterà a un cambio di paradigma nell’approccio alle questioni di sicurezza.

Invita il Giappone a partecipare alla prima riunione degli Stati parti del TPNW per iniziare a creare le condizioni affinché sia possibile una futura ratifica. Propone inoltre che nel corso della prima riunione degli Stati parti del TPNW si tenga un forum per discutere della relazione fra armi nucleari e Obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Secondo Ikeda, alla Conferenza di revisione del Trattato sulla non proliferazione delle armi nucleari (TNP), prevista per agosto 2021, sarebbe urgente anche discutere del vero significato della sicurezza alla luce delle crisi in atto, come l’emergenza climatica e la pandemia.

Chiede infine che il documento conclusivo della Conferenza di revisione includa l’impegno a non usare armi nucleari e a congelare qualsiasi attività mirata al loro sviluppo fino al 2025. Il presidente della Soka Gakkai Minoru Harada ha rilasciato una dichiarazione in merito all’entrata in vigore del TPNW il 22 gennaio. A questo proposito la SGI ha firmato una dichiarazione interreligiosa insieme ad altri 170 gruppi religiosi.


La Soka Gakkai è un’associazione globale che promuove attivamente i valori della pace, della cultura e dell’educazione nella società basandosi sul rispetto della dignità della. La Soka Gakkai Internazionale (SGI) è un’organizzazione internazionale della Soka Gakkai e organizzazione non-governativa in status consultivo alle Nazioni Unite (UN ECOSOC). Dal 1983, il 26 gennaio di ogni anno – in commemorazione del giorno della fondazione della Soka Gakkai Internazionale – il presidente Daisaku Ikeda pubblica una “Proposta di Pace”.

(La versione integrale in inglese sarà disponibile da metà febbraio 2021.)